Posts tagged ‘Kde4’

4 dicembre 2008

Kde 4.2 beta 1

di Spinus

Rieccomi con le pseudo-recensioni prove su strada!
Oggi ho letto che i pacchetti di kde 4.2 beta 1 sono disponibili per Kubuntu Intrepid, perciò sono corso ad installarla, anche se era specificato che è ancora piena di bug 😛

L’installazione non ha riservato particolari problemi…ho solo dovuto aggiungere plasma-addons, perché erano stati rimossi (il plasmoide note è forse l’unico plasmoide utile che ho trovato fin’ora :P)

Sorprese:

  • il tema oxygen è stato rivisto, non so se solo per la beta, ma è più accattivante..soprattutto la grafica della barra applicazioni
  • in generale l’aspetto grafico risulta molto più curato: sono stati rifiniti molti dettagli, che, a prima vista sono insignificanti, ma contribuiscono a rendere più piacevole l’aspetto dell’intero desktop
  • ci sono una valanga di migliorie: ad esempio è possibile cambiare l’ordine delle icone dei “Preferiti” nel menù avvio
  • sono stati aggiunti alcuni effetti grafici che non utilizzano l’accelerazione: ad esempio il passaggio tra le schede di systemsettings avviene con un fade tra i due pannelli…
  • i plasmoidi sembrano meno esosi di risorse!
  • Dimenticavo! Finalmente è stato aggiunto il supporto alle azioni a lungo termine! In pratica se si effettuano operazioni lunghe (es. si copiano giga di dati…) queste operazioni vengono tutte raggruppate in un’icona sul vassoio di sistema! Per visualizzare lo stato delle operazione basta cliccare sull’icona 😛

    Annunci
    Tag: ,
    12 novembre 2008

    Settaggi plasmoidi

    di Spinus

    Ok, ammetto che non è una scoperta che migliorerà il mondo!
    Comunque se vi interessa sapere dove vengono memorizzate le informazioni di configurazione dei plasmoidi sappiate che si trovano qui:

    ~.kde/share/config/plasma-appletsrc

    P.S. a cosa può servire questa informazione? Per esempio se volete cancellare la directory di kde (in modo che venga poi ricreata, per riportare tutti i settaggi ai valori di default) mantenendo le impostazioni dei plasmoidi (ad esempio le note del plasmoidev “Note”)

    Tag:
    23 ottobre 2008

    Kubuntu 8.10 beta

    di Spinus

    Finalmente mi sono deciso ad aggiornare Kubuntu Hardy alla beta di Intrepid…devo dire che ne sono stato piacevolmente colpito, anche se dovrò testarla per un po’ di tempo per vedere se tutte le novità di questa versione saranno all’altezza delle aspettative!
    Ma partiamo dall’inizio!
    Ho subito scartato l’idea di scaricare i pacchetti ad uno ad uno, perché, pur avendo un’adsl molto veloce, il tempo stimato per il dowload era di 7 ore…perciò ho deciso di passare al metodo che uso di solito per fare l’avanzamento di versione

  • scaricare il cd alternate
  • montare l’immagine iso in /media/cdrom
  • avviare l’aggiornamento con il comando kdesudo “/cdrom/cdromupgrade” (cfr. guida ufficiale)
  • Si può anche evitare di montare la iso in loopback masterizzandola su cd, ma, alla fine, il guadagno di prestazioni è limitato perché i pacchetti vengono copiati tutti su hard disk e, poi, viene effettuato l’aggiornamento!
    Ho lanciato cdromupgrade, ma mi sono subito imbattuto in un errore: “No module named Common.SimpleGladeApp”…Dopo una veloce ricerca ho notato che sul mio sistema non c’era il pacchetto update-manager che fornisce il componente! Dopo averlo installato lo script di upgrade è partito senza problemi.
    Qui è iniziata l’attesa…sul mio portatile con un p4 mobile ci sono volute quasi tre ore (ma quasi un’ora è servita per scaricare tutti i pacchetti aggiornati dopo l’uscita dell’immagine della Beta).

    Primo avvio
    Come mi aspettavo X non si è avviato! Ma, stranamente, non era un problema dei driver proprietari Ati (fglrx), ma di Kdm: infatti nel sistema erano rimasti i file di configurazione di kdm-kd4 che in Intrepid non esiste più (infatti il pacchetto kdm predefinito, ormai, è la versione 4.1.2)
    Riavvio…X non parte, questa volta la causa è il famigerato fglrx! Lo disabilito modificando Xorg.conf e, finalmente, il sistema si avvia correttamente!

    Pulizia del sistema
    Ora voglio concentrarmi su alcuni consigli per chi vuole aggiornare il sistema (consigli che, tra l’altro, sono dati da molti blogger, ma che io mi ostino sempre a non seguire)

  • rimuovere tutti i pacchetti installati dal repository backport o di terze parti
  • rimuovere i pacchetti compilati personalmente
  • rimuovere i vecchi file di configurazione (cfr. post precedente)
  • Poi un consiglio particolare per questo upgrade rinominare la cartella .kde in kde, in questo modo quando Kde verrà avviato verrano creati tutti i file di configurazione con le impostazioni di default e, credetemi, ho avvertito una notevole differenza!

    Sorprese
    Utilizzando il driver video ati (quello open) vengono attivati automaticamente gli effetti desktop: con mia grande sorpresa (ma non troppa!) sono comodamente utilizzabili con una Ati 9700 mobile! Credo sia merito del driver ati, ma farò un po’ di test per confrontare le prestazioni che si possono ottenere con fglrx. L’unico neo sembra essere l’accelerazione 3d (ad esempio gli screensaver OpenGL), perché non ha la stessa qualità di fglrx sotto Hardy (anche su questo farò un po’ di test).

    Network manager funziona meravigliosamente con la mia pennina wireless Asus WL 167: la connessione al router wifi avviene in circa 2 secondi (contro 10-15 della vecchia versione).

    Finalmente le applicazioni Gtk hanno un tema che si integra bene con KDE4, anche se ci sono ancora alcune piccole imperfezioni: ad esempio i siti web che non specificano un CSS per i controlli dei form vengono visualizzati come i controlli del sistema, ma sono circondati da bordini un po’ schifosi…credo che ci sia un problema con le trasparenze, ma non ne sono sicuro al 100%.

    Naturalmente ci sono molte altre novità che devo ancora sperimentare, ma credo che di poter essere d’accordo col titolo del post Kubuntu 8.10 Beta Brings KDE 4 to the Masses 😛

    Edit:
    Cosa non mi piace
    Provando Intrepid per un po’ di giorni mi sono accorto che c’è anche qualcosa che non mi piace 😛
    Adept, per esempio: è stato riscritto da zero per poter essere un po’ più user-friendly (come Synaptic), ma, per ora, mi sembra ancora un po’ immaturo: l’interfaccia mi sembra un po’ lenta e il filtraggio dei pacchetti non funziona: se digito amarok non c’è verso di far comparire solo i pacchetti che mi interessano (ma può anche essere che sia un po’ impedito :P)
    Jockey, finalmente, non crasha più all’avvio, ma continua a non presentarmi la possibilità di installare i driver Ati proprietari: non che sia un grande problema, posso intallarli a mano, ma volevo provare l’installazione automatica per vedere se (questa volta) funziona!