Posts tagged ‘Linux’

1 aprile 2010

Gnome 2.30 rilasciato!

di Spinus

Nell’attesa di Gnome 3 godiamoci  Gnome 2.30, che è stato appena rilasciato!

Banner Andreas NilssonBanner di Andreas Nilsson

Via e via

Annunci
9 febbraio 2010

KDE 4.4.0

di Spinus

Oggi è stata rilasciata la versione 4.4 di KDE, per la precisione KDE SC 4.4.0 Caikaku.

Devo dire che non seguivo più l’evoluzione di KDE da un bel po’ di tempo, perché ultimamente mi sembrava che il progetto si fosse fossilizzato su modifiche ad alto impatto visivo, ma non riuscisse a rendere veramente usabile e comoda l’interfaccia! Le novità di questa versione sono moltissime e pian piano mi leggerò tutta la guida visuale alla nuova versione!

A prima vista le novità sono succulente…ma l’unico modo di rendersi conto se KDE tornerà a piacermi è provare 😛 Infatti dalla versione 4.0 ho sempre avuto un po’ di antipatia per KDE, perché l’interfaccia, a mio parere, conteneva tante piccole incongruenze che lo rendevano molto più scomodo da usare rispetto a Gnome!

Aggiornamento:

Sono disponibili i pacchetti di KDE SC 4.4 sia per Lucid, che per Karmic (attraverso la PPA)

Tag: ,
19 gennaio 2010

Zeitgeist – riconoscimento hardware

di Spinus

Ho scoperto oggi che Zeitgeist potrà riconoscere le periferiche collegate al PC permettendo di avere il registro attività relativo ad un singolo device o di non mostrare collegamenti a file che sono su supporti rimovibili o di rete…insomma ci sarà da divertirsi 😛
Per chi non sapesse cos’è Zeitgeist che farà parte di Gome 3.0:
http://live.gnome.org/GnomeActivityJournal
https://launchpad.net/gnome-activity-journal

1 dicembre 2009

Bash web server

di Spinus

Questa dovevo linkarla! Un web server scritto in bash 😛

27 luglio 2009

Dig

di Spinus

No..non è una canzone dei Mudvayne! E’ un comando per avere informazioni/interrogare i DNS registrati per la nostra connessione!
Uso base
dig
L’output è un po’ una pappardella, comunque le informazioni che possono interessare frequentemente sono in fondo, dove troviamo il tempo impiegato per avere una risposta, l’ip del server e la data

; DiG 9.5.1-P2
;; global options: printcmd
;; Got answer:
;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: 4708
;; flags: qr rd ra; QUERY: 1, ANSWER: 13, AUTHORITY: 0, ADDITIONAL: 0
;; QUESTION SECTION:
;. IN NS
;; ANSWER SECTION:
. 517657 IN NS B.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS C.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS D.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS E.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS F.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS G.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS H.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS I.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS J.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS K.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS L.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS M.ROOT-SERVERS.NET.
. 517657 IN NS A.ROOT-SERVERS.NET.
;; Query time: 547 msec
;; SERVER: 208.67.222.222#53(208.67.222.222)
;; WHEN: Mon Jul 27 22:43:51 2009
;; MSG SIZE rcvd: 228

Esempio complesso (:P), ovvero chiedere informazioni su un indirizzo specifico
dig http://www.google.it

DiG 9.5.1-P2 http://www.google.it
;; global options: printcmd
;; Got answer:
;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: 42606
;; flags: qr rd ra; QUERY: 1, ANSWER: 4, AUTHORITY: 0, ADDITIONAL: 0
;; QUESTION SECTION:
;www.google.it. IN A
;; ANSWER SECTION:
http://www.google.it. 345012 IN CNAME http://www.google.com.
http://www.google.com. 30 IN CNAME google.navigation.opendns.com.
google.navigation.opendns.com. 30 IN A 208.69.34.230
google.navigation.opendns.com. 30 IN A 208.69.34.231
;; Query time: 405 msec
;; SERVER: 208.67.222.222#53(208.67.222.222)
;; WHEN: Mon Jul 27 22:48:55 2009
;; MSG SIZE rcvd: 131

Naturalmente si possono fare query molto più complesse con tutti (o quasi) i parametri che possono essere utilizzati per una query DNS…mi sento di segnalare l’unico bug degno di nota di Dig (secondo man)

BUGS
There are probably too many query options.

P.S.
Perchè è così incasinato inserire del codice nel blocco “codice” di wordpress?? 😦

10 giugno 2009

Testare GRUB2

di Spinus

Attraverso Pollycoke ho scoperto che Karmic dovrebbe avere GRUB2 installato di default…ho trovato anche la pagina del wiki che spiega come testarlo: in pratica si prova per prima cosa che GRUB2 funzioni col BIOS presente sul pc: per farlo viene semplicemente avviato tramite chainload (un po’ come se si dovesse avviare windows). Se il passaggio tramite chainload funziona, non resta che installare GRUB2 sul settore di boot attraverso il comando upgrade-from-grub-legacy

2 aprile 2009

CMake

di Spinus
Ho iniziato da poco ad usare CMake e mi sono subito affezionato 🙂
Cos’è CMake?
E’ un tool che permette di generare i Makefiles per un progetto C/C++.
Ma allora non è più comodo usare make?
Sì, ma CMake è cross-platform, quindi permette di generare oltre ai Makefile Unix, anche Makefile per MinGW e, addirittura, può creare i .vcproject per Visual Studio!
Quindi se il progetto che si sta scrivendo utilizza librerie portabili, basta scrivere le regole di generazione poi digitare
cmake .
  • sotto Unix verrà generato un Makefile
  • sotto Windows verrà generato un progetto per Visual Studio
    • oppure un Makefile per MinGW se si utilizza il comando
    • cmake -G”MinGW Makefiles” .
Come si scrivono le regole?
Ecco un semplice esempio: il progetto chiamato esempio è costituito dal file codice.cpp

#nome che identifica il progetto

project(esempio)


#directory dove il compilatore deve cercare i sorgenti

include_directories (${esempio_SOURCE_DIR})

#flag del compilatore C++

SET(CMAKE_CXX_FLAGS “${CMAKE_CXX_FLAGS} -Wall -DDEBUG”)

#regola che specifica il nome dell’eseguibile e che file utilizzare per compilarlo

add_executable (esempio codice.cpp)

Per esempi più complessi e interessanti rimando alla documentazione ufficiale di CMake

Articolo aggiornato – Data pubblicazione: Feb 21, 2008 @ 23:04

Ho scoperto l’esistenza di CPack, che permette di generare pacchetti per distribuire i binari in molti formati tar/DEB/RPM utilizzando gli stessi concetti di CMake; non ho ancora avuto tempo di provarlo, ma credo possa rivelarsi molto utile!
http://www.cmake.org/Wiki/CMake:CPackPackageGenerators

16 marzo 2009

Alternativa a fdisk

di Spinus

L’output di sudo parted -l è molto simile a fdisk -l, ma gparted è molto più avanzato, supporta grandi partizioni e anche GPT

Model: ATA TOSHIBA MK8025GA (scsi)
Disk /dev/sda: 80,0GB
Sector size (logical/physical): 512B/512B
Partition Table: msdos

Number Start End Size Type File system Flags
2 32,3kB 25,2GB 25,2GB primary ntfs boot
3 25,2GB 46,2GB 21,0GB primary fat32
4 46,2GB 50,3GB 4178MB extended
5 46,2GB 49,8GB 3636MB logical ext4
6 49,8GB 50,3GB 543MB logical linux-swap
1 50,3GB 79,5GB 29,1GB primary ext3

9 ottobre 2008

Rimuovere i file di configurazione di pacchetti rimossi

di Spinus

Ho appena scoperto un piccolo trucchetto che permetti di rimuovere tutti i file di configurazione di pacchetti rimossi:

dpkg -l |awk ‘/^rc/ {print $2}’ |xargs sudo dpkg --purge

Il comando cerca tutti i pacchetti il cui stato è rc (in pratica sono stati rimossi i binari, ma non i file di configurazione) e richiama il comando dpkg –purge che elimina i file di configurazione.
Non avevo mai pensato di eliminare tutti i file di configurazione obsoleti, ma con sorpresa ho visto che erano almeno un centinaio…in effetti ho sempre effettuato upgrade dalla Edgy in avanti e ad ogni upgrade qualche file è rimasto indietro 😛

18 giugno 2008

Chi mi ruba la banda? Scopriamolo con ntop

di Spinus

Alzi la mano a chi non è mai capitato di dover condividere una connessione internet con dei coinquilini un po’ troppo esosi di banda? Ma come scoprire quale pc sta utilizzando più banda? Semplicissimo, basta usare ntop!

Ecco come utilizzarlo su Ubuntu (ma è disponibile una demo anche per Windows):
Installiamolo

 sudo apt-get install ntop

Decidiamo su quale interfaccia metterci in ascolto e scegliamo una porta per potere collegarci ad ntop attraverso il browser

sudo ntop -w porta_scelta -i interfaccia

Per visualizzare in tempo reale le statistiche e i grafici creati da ntop basta utilizzare un browser e aprire la pagina:

http://127.0.0.1:porta_scelta

Le informazioni disponibili sono moltissime (anche perché è un tool fatto dagli amministratori di rete e non solo per giocarci come faccio io!!), quella che interessa a noi si trova sotto “IP” “All Protocols” e ci mostra il throughput dei singoli host, in giallo ho cerchiato gli “colpevoli” che utilizzano la maggior parte della banda!

Questo è tutto! Mi raccomando fatene buon uso 😛

Edit: aggiungo un esempio pratico

sudo ntop -w 10000 -i wlan0

http://127.0.0.1:10000